ACCEDI

Password dimenticata?

×
Seguici su Instagram Feed RSS Seguici su YouTube

Barzellette e aforismi

Il più grande archivio di barzellette, aforismi e indovinelli del web! Visita anche il nostro forum con un'enorme raccolta di barzellette e testi divertenti inviati dai nostri utenti.
Aforismi Aforismi (317)
Animali Animali (23)
Calcio Calcio (20)
Carabinieri Carabinieri (164)
Colmi e freddure Colmi e freddure (209)
Dal dottore Dal dottore (66)
Donne Donne (27)
Indovinelli Indovinelli (27)
Politica Politica (27)
Professioni Professioni (18)
Religione Religione (42)
Scuola Scuola (59)
Tecnologia Tecnologia (35)
Uomini Uomini (16)
Varie Varie (37)

Le barzellette più divertenti

Alessandra Mussolini riceve il permesso di visitare l'Inferno.
Visita tutti i gironi fino a quando arriva a quello dei peccatori contro la storia.
Qui i vari peccatori della storia sono immersi nell'olio bollente e più sono gravi le loro colpe più sono immersi.
Alcuni sono immersi dalla cintola in su, altri con la testa fuori, altri sono totalmente sommersi.
Ad un certo punto Alessandra vede finalmente suo nonno Benito Mussolini che si trova immerso fino a metà petto.
La donna, rivolgendosi al diavolo che gli fa da cicerone dice: "Visto che ho ragione io: non era poi tanto cattivo".
E il diavolo accorgendosi della cosa urla: "Benito siamo alle solite, smonta subito dalla spalle di Adolf!"

Pubblicata nella categoria Politica

Uno studente di medicina dopo aver provato a superare l'esame di Anatomia si ritira dagli studi e benchè piuttosto gracile trova posto come facchino in una compagnia di trasporti.
Il capo dei facchini riceve una commessa da una ricca nobildonna per un trasloco, ma a patto che i facchini si comportino educatamente.
Il capo promette, spiega bene ai facchini come si debbono comportare, ma a fine giornata i facchini tornano alla base mogi mogi senza essere stati pagati.
"Ma chi è stato a far arrabbiare la contessa? Sei stato tu? No? Allora sei stato tu?".
Alla fine sospettando lo studente di medicina gli chiede di raccontargli tutto quanto.
Lo studente racconta: "Beh, quando siamo arrivati subito la contessa si è interessata a me; mi ha chiesto di togliermi la camicia e io me la sono tolta.
Poi mi ha chiesto di togliermi la maglietta e io me la sono tolta.
Alla fine mi ha detto di farle vedere il deltoide e io allora l'ho tirato fuori e gliel'ho fatto vedere... ed è stato allora che la contessa è svenuta!".

Pubblicata nella categoria Scuola

La signora Balducci è in maternità perché sta per partorire ed il marito sta passeggiando nervosamente in lungo ed in largo per la sala d'attesa. Quando il dottore esce dalla stanza gli ordina: “Mi porti un cacciavite!”
Il signor Balducci si stranisce, ma esegue quanto richiesto. Un attimo dopo il dottore chiede un martello ed una lima ed ancora una volta il signor Balducci gli procura gli attrezzi, ma non riesce a trattenersi e chiede preoccupato:
“Dottore, come sta mia moglie? A cosa servono questi attrezzi?”
“Ad aprire la mia valigetta!”

Pubblicata nella categoria Dal dottore

Un giovane parroco, fa il giro delle case del villaggio per prendere contatto con le singole famiglie.
In una casa isolata, gli apre la porta un bambino di nome Bruno.
"Buongiorno! Sono il nuovo parroco. Vorrei parlare con tuo padre".
"Non c'è. E' in carcere".
"Oh, povero piccolo! Chiamami tua madre, allora".
"Mi dispiace. L'hanno arrestata due mesi fà".
"Ma allora sei solo? Non hai un fratello o una sorella?".
"Ho un fratello, ma è all'università".
"Ah, meno male.
E che cosa studia?".
"No, non è lui che studia, sono i professori che studiano lui...".

Pubblicata nella categoria Religione

Matteo Renzi è in visita ufficiale a Londra ed è seduto in carrozza accanto alla Regina.
"Che cosa si dice in Italia della situazione economica mondiale?" chiede la Regina.
"Siamo in lenta ripresa" risponde il Premier.
"E della lotta al terrorismo?"
"E' una questione molto delicata..."
Renzi viene poi interrotto dal rumore di una peta emessa da uno dei cavalli della Regina, la quale prontamente dice:
"Purtroppo ci sono cose della vita che neanche una Regina può tenere sotto controllo!"
"Ma si figuri" risponde con tono gioviale e galante Renzi "se non mi avesse detto niente avrei creduto che fosse stato uno dei suoi cavalli!"

Pubblicata nella categoria Politica

Una ragazza deve festeggiare la festa delle donna con le sue amiche e guida di fretta, non accorgendosi che un'auto le sta per arrivare addosso.
L'impatto è forte ma i due autisti restano illesi ed escono dalle rispettive auto; nell'altra macchina viaggiava un giovane uomo, e la ragazza non appena lo vede gli dice:
"Non posso crederci, le nostre macchine sono distrutte noi siamo illesi! Tu sei un uomo e io una donna, credo che sia un segno del destino, dovevamo incontrarci!"
Colpito da quelle parole, il ragazzo risponde: "Si, sono d'accordo, è un miracolo, un vero segno del cielo".
La donna prende una bottiglia dalla sua auto e continua: "In macchina avevo dello spumante per festeggiare l'8 marzo con le mie amiche, la bottiglia è intatta. Il fato voleva che noi bevessimo per celebrare il nostro incontro!"
Il ragazzo annuisce, stappa la bottiglia e ne beve una buona metà, poi la passa la donna e le chiede:
"Beh, ma tu non bevi?"
"No no, io aspetto che arrivi la polizia!"

Pubblicata nella categoria Donne

Un contadino ha due figli, uno pessimista e uno ottimista.
Le stesse cose sono viste sempre diversamente da due ottiche opposte sia a scuola, che nella vita o nell'amore.
Ad esempio: un bel voto è visto così dal pessimista: "Ahimè, rischio di essere visto male dai miei compagni, e poi rischio di non studiare più e quindi di andare male in futuro...".
Al contrario l'ottimista se prende un cattivo voto dice: "Bene, così in futuro mi impegnerò di più, ecc.".
Il contadino afflitto da tale situazione decide di recarsi dal medico per trovare una soluzione e questi gli suggerisce: "Tu hai due stalle. Per il prossimo compleanno metti una bella moto in una stalla regalandola al pessimista e un sacco di letame nella seconda stalla regalandolo all'ottimista".
Arriva il giorno del compleanno e il contadino dice ai rispettivi figli di entrare nelle rispettive stalle per ritirare il regalo.
Il pessimista entra e trova la moto: "Ahimè, e se ho un incidente, e se me la rubano, chi è più sfortunato di me!". L'ottimista entra nell'altra stalla e poichè dopo un'ora non è ancora uscito, il padre va a vedere e trova il figlio tutto sporco di letame che dice: "Eppure qui sotto ci deve pur essere una moto...!".

Pubblicata nella categoria Dal dottore

Stasera la tavola è imbandita con ogni ben di Dio.
Frutta, cacciagione, vino.
Ma non mi piace mangiare così.
Da solo.
Vorrei la presenza di qualcuno... renderebbe tutto più buono.
L'ideale sarebbe un'orfanella che guarda da dietro i vetri, mentre cade la neve... (Romano Bertola)

Pubblicata nella categoria Aforismi